7 aprile 2017

Rieducazione Perineale

Il pavimento pelvico è un’area “intima”, anche per la sua posizione: di forma romboidale, si estende dalla sinfisi pubica al coccige, chiudendo in basso la cavità addomino-pelvica, circondando e sostenendo l’uretra, la vescica e la vagina fino all’apparato ano-rettale ed è costituito da tessuto muscolare e connettivale.

Le manifestazioni di un pavimento pelvico debole o, al contrario, molto contratto, vanno dalla dismenorrea (mestruazioni dolorose) alla sessualità dolorosa, dalle piccole perdite di urina ai casi di stipsi o incontinenza fecale e/o urinaria, dalle emorroidi ai prolassi rettale, uterino o vescicale.

Per la salute perineale generale, e in particolare per quella femminile, è dunque fondamentale saper conoscere questo muscolo, saperlo contrarre o rilassare a seconda delle esigenze e saper isolare il suo lavoro senza chiamare in causa muscoli vicini.

Infatti, trovandosi tra muscoli grandi, quali gli addominali, gli abduttori ed i glutei, è molto frequente che questo muscolo non sia utilizzato correttamente.

Alla richiesta “Immagina di trattenere dell’urina, quali muscoli utilizzeresti?“, molte persone non inviano il giusto comando ai loro muscoli e, per debolezza o mancata consapevolezza del pavimento pelvico, tendono a contrarre i glutei e gli addominali.

La ginnastica per il pavimento pelvico ha lo scopo dare alle donne gli strumenti adatti conoscere più approfonditamente questa importante parte del loro corpo; attraverso esercizi di  rinforzo della muscolatura addominale e pelvica, insegna a contrarla correttamente per prevenire o agire su incontinenza urinaria e fecale, emorroidi e prolasso viscerale.

Altrettanto importante è imparare a rilassare il pavimento pelvico, soprattutto se si soffre di forti dolori mestruali, rapporti sessuali dolorosi e stipsi.

Si tratta di un’ottima ginnastica pre-parto, perché insegna alle donne come gestire in maniera consapevole il proprio pavimento pelvico, proteggendolo inoltre dal naturale cedimento dovuto all’improvviso aumento di peso, ed un’ottima ginnastica post-parto per la corretta ripresa dalle lesioni del parto.

Inoltre è particolarmente indicato anche alle donne in menopausa per via dei cambiamenti ormonali a cui sono soggette; in caso di obesità e aumento repentino di peso; alle atlete e in generale alle sportive che praticano intensa attività fisica; in caso di parto cesareo ed in generale dopo interventi chirurgici della zona genitale, urinaria o anale (isterectomia, emorroidi, ecc.).